martedì, marzo 22, 2011

I drammi di un programmatore 3 - I profili di un informatico

Gli informatici sono tipi strani, forse è il lavoro che li porta ad essere così. Io classifico gli informatici in varie categorie che ora vi descriverò meglio. Qualcuno magari vi dirà "Ma io sono normale, non rientro in nessuna di queste categorie". Questo è parzialmente vero, nel senso che chi non si sente in nessuna delle categorie, è perché magari fa parte di un po' tutte queste tipologie.

Informatico ipertecnologico

Lavorare con Pc veloci e strumentazioni tecniche varie lo porta ad essere tecnologico anche nella vita. La lavatrice in casa è un modello da 1000 Euro con mini tv Lcd incorporato, che se le telefoni lei ti risponde ed inizia a lavare. Il frigorifero invece si connette ad internet per comprare la spesa. Se non sa cosa cucinare, il frigo dà anche dei suggerimenti. Al posto della TV ha una postazione multimediale con suono degno di un cinema e schermo dell'ultima generazione. Vive in una casa dove anche le tapparelle si controllano da sole. L'auto è una filiale della casa, con le stesse strumentazioni in versione da viaggio.

Informatico anti tecnologia

L'opposto del precedente profilo, è un tipo che dice "Mi basta vederla al lavoro la tecnologia". In casa ha i cari vecchi elettrodomestici che vanno così bene, se potesse terrebbe ancora la tv in bianco e nero, tanto manco la guarda, perché passa il tempo a leggere e ascoltare musica. Ha un cellulare giusto perché gliel'hanno regalato, ma lo usa pochissimo, gira con un'auto che sembra uscita dal museo della Fiat.

Informatico H24


Per lui fare l'informatico non è un lavoro, è una vocazione: lavora 12 ore al giorno e se ne va soddisfatto solo se ha fatto tutto quello che si è prefissato nella sua tabella oraria. Durante il tempo libero legge documentazioni tecniche prese da chissà dove, la sera ripensa a quel problema che non ha risolto, la mattina arriva con la soluzione. L'aspetto drammatico è che pretende che tutti siano come lui, altrimenti ti inquadra come fannullone. Sogna di diventare un giorno uno scrittore di libri informatici, magari con la sua foto in copertina. Ovviamente in foto non può che essere pallido, non vedendo mai la luce del sole.


Informatico ma io che centro con questo luogo

E' uno che cercando ogni tipo di lavoro, dal barman al muratore, ha trovato un posto da informatico. Solo dopo qualche tempo comincia a sentirsi un pesce fuor d'acqua. Tutti quei termini tecnici in inglese lo mandano in crisi, i colleghi gli parlano in linguaggio tecnico e lui si chiede "Perché io sono qui?". Non dura per molto, o si sveglia e impara o scapperà terrorizzato.

Informatico alternativo

Odia Windows, odia il software a pagamento. Usa solo programmi open source, modificandoli pure a suo piacimento. Non usa il mouse, è inutile, usa solo la tastiera. Usa pochissima interfaccia grafica, ove può si affida alle righe di comando. Se ti serve un software, lui ti dà dell'ignorante e te ne dà uno simile, ma che funziona meglio secondo lui. Spesso questo tipo di informatico corrisponde all'informatico H24, ma a volte tende a diventare un informatico anti tecnologia.

L'hacker

Parallelamente al suo lavoro, cerca di hackerare tutto. Per prima cosa prova a mettere un virus nella macchinetta del caffé per berlo gratis. Da anni studia un sistema per hackerare i bancomat - senza successo - e dà del pirla a chi paga un software. Dà altrettanto del pirla a chi dice di pagare la pay tv, mentre lui ha comprato da un sito cinese un complesso macchinario per vedere tutte le tv gratis: poco importa se è costata più questa attrezzatura dell'abbonamento in essere, è il principio che conta.

Ed io cosa sono per voi? Io sono un tecnologo mediamente, anche se per fortuna su alcune cose sono ancora abbastanza antitecnologo, non ho ancora un frigo così automatizzato :-D

12 commenti:

I am on 22/03/11, 18:34 ha detto...

Io sono l'alternativo....

Articolo molto carino!

Paòlo on 22/03/11, 19:02 ha detto...

Sei alternativa solo nella vita od anche sul posto di lavoro? Io sul lavoro ho poco da fare l'alternativo, volente o nolente devo lavorare con una famosa azienda che produce sistemi operativi ed altro, cerco di difendermi con i freeware :-D

I am on 22/03/11, 19:39 ha detto...

Anche sul lavoro. Sono indipendente.. Quindi lo posso fare e meno male.
Tu mi sembra che ti difendi bene.
Ciao e buona serata

Cavaliere oscuro del web on 23/03/11, 18:22 ha detto...

Decrizione molto dettagliata dei profili.Saluti a presto

Paòlo on 23/03/11, 18:46 ha detto...

X I am, eh cerco di difendermi come posso, l'informatica è "una selva oscura" a volte.

X Cavaliere, grazie per essere passato, un salutone :-D

Alessandra on 24/03/11, 01:07 ha detto...

Ieri sera avrei proprio avuto bisogno di te! Sul mio router mi è comparsa una spia rossa... spesso mi capita... sarà un problema alla linea?

PS: Fare il tuo lavoro dev'essere uno stress con tutti quelli che sfruttano le tue competenze in ogni occasione come la sottoscritta! :P

Paòlo on 24/03/11, 10:25 ha detto...

Ma navigavi o avevi problemi? Di solito i router accendono spie quando non c'è linea, ma mediamente i gestori risolvono in autonomia. Nel peggiore dei casi, chiami l'assistenza, se è una società seria sono in grado di aiutarti a risolvere il problema rapidamente.

E' uno stress ma anche uno stimolo, affrontare problemi nuovi mi aiuta ad aumentare il bagaglio informatico.

Alessandra on 24/03/11, 11:44 ha detto...

Esatto, non c'era linea. Poi ieri mattina è tornato tutto a posto senza che io facessi niente. Un paio di anni fa mi è capitata la stessa cosa e per risolvere il problema ci sono voluti 2 mesi...

Paòlo on 24/03/11, 12:38 ha detto...

Argh, lì dipende da quanto è sveglio appunto un operatore. Mediamente debbono impiegare da qualche ora a max una settimana per i problemi disastrosi; due mesi è fuori da ogni logica.

Minusca on 29/03/11, 17:45 ha detto...

Hai dimenticato un profilo, quello normale, quello dell'informatico che lavora con il computer ma che vive alla grande anche senza, che lo usa per scrivere nei blog, per fare ricerche veloci, per scrivere una lettera. Quello che usa il cellulare solo come telefono e non per vedere il TG, quello che scrive sms in italiano e non sigle che fanno inorridire, etc. etc.
Profilo normale. Ce ne sono tanti, per fortuna.

Paòlo on 29/03/11, 17:59 ha detto...

Non l'ho dimenticato, il normale è uno che è un mix di più profili. Io mi considero normale, nel senso che sono un po' tecnologico, un po' alternativo, su certe cose sono ancora anti tecnologia.

sawiteam on 01/04/11, 16:07 ha detto...

Great site, very impressive.

online pharmacy

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide