mercoledì, novembre 30, 2011

Iacchetti, arrivano le censure



Se c'è una delle cose che odio è la censura, lo sapete bene. Enzo Iacchetti, conduttore insieme a Greggio di Striscia la Notizia, settimana scorsa avrebbe dovuto essere ospite di TvTalk, programma della RAI. Notare il condizionale, avrebbe dovuto. Peccato solo che la registrazione è stata fatta, ma lui nel programma non è apparso.

Badate bene, il buon Enzino non era lì per parlare di Striscia e nemmeno degli argomenti legati ai due video pubblicati su Youtube: era lì per parlare del suo CD benefico Acqua di Natale, con alcune canzoni dedicate al Natale e non solo. Il progetto curato da Iacchetti, vede la partecipazione di diversi artisti e i proventi andranno a finanziare il progetto di una diga in Kenia: tale diga porterà acqua potabile alla popolazione.

Ebbene, in Rai si sono giustificati dicendo che c'era un problema burocratico, che non era stata verificata la bontà del progetto di solidarietà. Insomma ora si fa tanta burocrazia, ma quante volte si è stati meno fiscali nel mostrare cialtroni che spacciano poteri che non hanno, che insultano o si rivelano volgari? Invece si fa le pulci ad un'iniziativa curata da Iacchetti, non da un cialtrone. Nel suo programma si lotta contro i cialtroni veri, non penso che servisse così tanta pignoleria per un progetto condotto da una persona che di sicuro sa quel che fa.

Sabato sarà di nuovo invitato, ma secondo me la frittata è fatta. La speranza è che questo incidente dia modo di far da cassa di risonanza ulteriore al progetto in sé. Forza Enzino, ancora una volta siamo tutti con te.


6 commenti:

chaillrun on 30/11/11, 08:54 ha detto...

Si certo: dovevano verificare la bontà del progetto di solidarietà.. certo come i maxi ingaggi che loro danno a chi bazzica i loro quartieri: se non è solidarietà o beneficenza questa ;)
Ciò non toglie che, nel mondo dello spettacolo, la censura possa essere girata in marketing, ossia se ne possa trarre beneficio.

Paòlo on 30/11/11, 08:57 ha detto...

In questo caso un marketing involontario: Enzino non penso proprio sia tipo da inscenare queste cose.

Buona giornata :-D

chaillrun on 30/11/11, 09:04 ha detto...

nono!! uff mi spiego male :(

volevo dire che a dispetto del trattamento che ha ricevuto, potrà poi utilizzarlo a suo beneficio, cercando di trarne beneficio e portandone all'iniziativa sua :)

il_cesco on 30/11/11, 23:43 ha detto...

a proposito di cialtroni, perché la RAI trasmette gli spot per l'8x1000 alla chiesa cattolica (questione indagata su Repubblica tempo fa e che è costata alla Chiesa una causa, persa - ora non trovo l'articolo, ma qui http://www.senzasoste.it/speciali/la-truffa-dell8x1000 è ben spiegata la truffa)? Hai ragione Paolo, anche se non è da sottovalutare quanto detto dalla nostra cara amica Chaillrun :)

Paòlo on 01/12/11, 00:00 ha detto...

Chaillrun, ho capito il discorso, tranquilla :-P

Cesco, conosco bene la storia dell'8 x 1000 purtroppo.

chaillrun on 01/12/11, 11:17 ha detto...

ecco appunto Paòlo non sottovalutarmi, tzè! Cesco azie :) mi sento sopravvalutata da te :D
ciao ragazzi!

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide