sabato, giugno 14, 2008

Italia, seconda gara

Dopo un iniziale pericolo creato dalla Romania con Mutu, autentica spina nel fianco per l'Italia, gli azzurri crescono e sfiorano in diverse occasioni il gol. Italia che è pericolosa con i cross di Grosso e De Rossi, ma anche dal centro con le illuminazioni di Del Piero.

Poi però arriva la reazione della Romania, Buffon è chiamato ad un paio di interventi a salvare lo specchio. I rumeni colpiscono anche un legno che fa tremare tutti.

L'Italia ricomincia a farsi sotto, anche se la Romania ora è più chiusa. Sul finale un gol di Toni, annullato per fuorigioco che non c'era. Siamo alle solite.

Al 53' doccia fredda, errore di Zambrotta che di testa la passa a Mutu che ringrazia e segna. Forse paradossalmente questo è l'episodio chiave per gli azzurri che si svegliano e si buttano in avanti. I rumeni si godono il vantaggio per nemmeno 2 minuti, difatti al minuto 55 Panucci inzucca da calcio d'angolo l'1-1. Meno male, un peso troppo grosso sullo stomaco è subito tolto.

Al 74' l'arbitro assegna un rigore molto generoso. Si passa dallo sbigottimento alla rabbia e delusione. Mutu posiziona la palla sul dischetto, calcia ma Buffon con un colpo di mano e ginocchio butta fuori la palla. Rimaniamo lì ancorati con le unghie. Dentro Cassano che illumina con passaggi filtranti, sfioriamo ancora ma niente, finisce in parità.

E adesso? L'Olanda ha travolto la Francia per 4-1 ed è già qualificata. Quindi noi ci qualifichiamo vincendo e sperando che la Romania non batta l'Olanda. L'unico dubbio è se gli olandesi vorranno essere corretti e giocheranno con lo stesso impegno delle prime due gare, o se Van Basten farà riposare i titolari e la squadra sarà poco interessata alla gara contro la Romania. Confido nella correttezza.

3 commenti:

marco ha detto...

...la correttezza dell'ultimo europeo???

mò ha detto...

mmm... correttezza???? che significa?

Paòlo on 14/06/08, 23:22 ha detto...

Sì esatto, d'altra parte 4 anni fa ci fu una correttezza "indescrivibile".

Qua ci vorrebbe una prova di forza, se si nota un'altra presa in giro nella terza in gara, fossi il CT ritirerei la squadra prima della fine.

A costo di fare la figura del lamentoso italiano, ricordo che una casualità o due possono capitare, ma non che dal 2002 - Mondiale scorso escluso - siamo usciti dalle competizioni, oltre che per nostri errori, anche per grossi e palesi errori arbitrali o risultati "strani".

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide