giovedì, marzo 26, 2009

Pirati della strada, ancora ancora ancora

Chi legge da tempo il mio blog sa quanto io mi scaldi quando si parla di pirateria. Sono tante le vite spezzate da persone incoscienti - per non dire peggio - che si mettono alla guida sotto effetto di alcol o droghe pesanti.

L'ultima, raccontata dal tgcom, è la classica storia del piratone che sotto effetto dell'alcol travolge un ragazzino di 14 anni. Morire così giovane per colpa di un delinquente del volante.

La rabbia diventa maggiore quando si scopre che nonostante i decreti e decretini, su questa persona gravavano tre denunce per guida in stato di ebbrezza ma era ancora libero.

Quando capiranno che non bastano punti, multe alte e quant'altro? Si deve impedire fisicamente a queste persone di fare danni. Io farei che la prima volta che sei trovato con tasso alcolico elevato o con droga nel sangue, scatta una forte multa, ritiro patente, ma soprattutto si avvisa che se si viene ritrovati non lucidi al volante, scatta l'arresto, un mesetto di carcere farà riflettere.

Ovvio che se poi il pirata investisse ed uccidesse un'altra persona, dovrebbe scattare l'arresto immediato, senza domiciliari. Quante volte dovremo leggere nella cronaca nera di questi episodi, prima che si cominci davvero col pugno di ferro? Gli incidenti stanno aumentando, il fenomeno non mi sembra per nulla in diminuzione. Questa è la mia idea voi cosa ne pensate? Magari il ministro Matteoli si ispira a me per il nuovo decreto.

1 commenti:

mò ha detto...

purtroppo siamo sempre qui a dire le stesse cose, noi ci indigniamo ma la situazione non cambia.
tra un pò daranno i premi ai pirati della strada invece di schiaffarli in galera e buttare la chiavi!

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide