lunedì, marzo 30, 2009

Il ragazzino13enne non è padre

Qualcuno di voi avrà sentito della notizia di un ragazzino, Alfie, che sembrava fosse diventato papà alla giovanissima età di 13 anni.

Ebbene, colpo di scena, su haisentito ho letto che non è lui il padre. La madre, di 15 anni, ha cominciato ad avere dubbi, avendo avuto relazioni con più ragazzini.

Io a 13 anni forse stavo smettendo di giocare coi giocattoli, per me il massimo era dare un bacino ad una ragazza, non certo andarci a letto. Però ero in grado di capire che ci si doveva dotare di BIP.

Come mai si è arrivati a questo? Ragazzine che potrebbero scrivere un libro delle loro esperienze, altro che Melissa P. Ragazzini che si prestano senza problemi, accettando magari una gravidanza, ma che secondo me non hanno capito a cosa vanno incontro.

E' l'ora che i genitori invece di fare le crociate contro presentatrici senza un braccio o contro scoiattoli flautolenti, dovrebbero insegnare per tutta la vita quanto sia importante il rispetto per gli altri. Poi siccome il detto "Niente sesso siamo inglesi", non sembra sposarsi con questi giovani, forse un discorso sul sesso e sui metodi BIP sarebbe da fare.

Nota di redazione, ho volutamente censurato le parole che inneggiano all'anticoncezione, per protesta contro le censure che si stanno attuando.

3 commenti:

mò ha detto...

certo che rispetto a questi ragazzini precoci noi eravamo davvero tonti ai nostri tempi...e pemnsare che a 13 anni magari ci emozionavamo per un bacetto... questo qua andava a letto con una ragazzina invece!!!!
che poi si è scoperto che non è il padre... allora vuol dire che sta ragazzina era davvero sveglia: cazzo sei incinta a 15 anni (che già è uno scandalo secondo me) e non sai nemmeno chi è il padre? allora che fai? incastri sto povero bimbetto - perchè bimbo è alla sua età - ?????? altro che beautiful!
e i genitori di questi bambini che fanno? sanno di avere dei figli? hanno mai sentito parlare di educazione sessuale? o tra poco si dovrà censurare pure quella?
bip

phoebe on 30/03/09, 18:51 ha detto...

in effetti è assurdo....genitori, che non hanno tempo o voglia di controllare e i costumi e mode che spingono, ad atteggiamneti già da grandi.. Ci vorrebbero più criteri nell'educazione, e nel proporre le cose ai più giovani..

Paòlo on 30/03/09, 20:23 ha detto...

Io ho pensato bene a sta cosa. Forse è che i genitori non si rendono conto di quanto i bambini siano diventati precoci con certe cose. Oggi ho letto di un'insegnante - finita nel ciclone dei genitori - che rispondeva a domande di educazione sessuale spinte. Se bambini di quinta elementare chiedono certe cose è perché comunque per sentito dire hanno saputo qualcosa.

Insomma i genitori devono capire che i propri bimbi tendono a diventare svegli su certe cose ben prima di quanto successo da loro e devono quindi anticipare i tempi per parlare di certe cose.

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide