mercoledì, dicembre 29, 2010

La mia sul nucleare, parte seconda

Ho già parlato di questo argomento vero? Massìì avevo espresso la mia due annetti fa. Risviluppo l'argomento così da sfatare alcuni miti sugli antinuclearisti come me ed alcune frasi che mi sono state dette.

Avete paura che scoppi la centrale, ma tanto se scoppia in Francia, siamo lo stesso "fritti".

Verissimo, sono d'accordo su questo fatto. Io però non ho paura che scoppi, il motivo sulla mia opposizione è ben altro. Oltretutto penso - e spero - che oggi le centrali sono fatte molto meglio di quelle che anni fa fecero sfaceli.

I prezzi del gasolio aumentano, dobbiamo pensare ad un'alternativa.

D'accordo su questo, ma non esiste solo il nucleare come alternativa, si potrebbe investire per migliorare la tecnologia del solare o di altre fonti rinnovabili, tipo il vento o le maree del mare. Oltretutto pensate che il nucleare ve lo regalino? Anzi, stando al post pubblicato qualche tempo fa, il prezzo del nucleare salirà: questo non lo dico io ma un docente di economia.

Ecco invece cosa io temo del nucleare. In Italia abbiamo ancora il problema rifiuti, non solo in Campania, ma anche ad Orvieto o in Puglia. Si litiga su dove fare la discarica o l'inceneritore, cosa pensate che succederà per i siti di stoccaggio? Ancora oltre, vorrei chiedere alle persone favorevoli al nucleare, cosa penserebbero se un giorno aprendo la finestra vedessero in lontananza un bel cantiere per la costruzione di un sito di stoccaggio delle barre esauste. Perché qualcuno queste barre se le prenderà e spero bene che siano oltretutto trattate come si deve: non è per sfiducia, ma visto come sono presi alla leggera i problemi di inquinamento, io rimango dubbioso finché i fatti non mi smentiscono.

Invece se tutti i soldi che costa investire sul nucleari fossero destinati al solare? Il sole è di tutti fino a prova contraria, se si investe sulla ricerca di pannelli ad alta resa, saremmo a cavallo. Ho avuto modo di leggere che sui pannelli fotovoltaici ci sono margini di miglioramento, oltretutto l'unico materiale di scarto da riciclare sarebbero i pannelli stessi, dopo circa 20 anni di uso.

2 commenti:

I am on 29/12/10, 17:04 ha detto...

Paolo questa è una storia lunga. La fanno da padrone l'interesse delle corporazioni, il peculato e l'ignoranza dei cittadini.
Buona serata

Goccia di Neve on 29/12/10, 18:41 ha detto...

Anche io preferirei che rivalutassero di più il solare, ma come dice I am è tutta una questione di interesse... -_-

Sono andata a dare un'occhiata a 'sto benedetto forum sul nucleare: dire che è di parte è dire poco credo :)

...ma quanti problemi abbiamo a questo mondo?? Ciao!!

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide