martedì, maggio 27, 2008

No, il nucleare noo

Lo temevo che sarebbe tornato in voga l'argomento del nucleare. Capisco che ora comprarla dalla Francia sia un controsenso per una nazione che ha votato contro l'Uranio. Capisco bene anche che il petrolio sale in maniera inarrestabile.

Però mettiamo che domani si decida di metterlo. Chi vorrà una centrale vicina? Vediamo se i pro nucleare sarebbero contenti di avere una bella centrale vicina al proprio paese o peggio, un bel centro di stoccaggio delle barre esauste.

Già perché non è mica solo oro che luccica, le barre esauste da qualche parte le dobbiamo mettere. Non si sanno gestire i rifiuti standard, figuriamoci che macello nasce prima di trovare dove buttare le scorie.

Tutti i soldi che costerebbero le centrali e l'Uranio, si potrebbero investire per massimizzare l'uso delle energie pulite. I pannelli fotovoltaici non rendono ancora tanto e sono costosi, si potrebbe investire per migliorare questa tecnologia. E l'idrogeno? Da quel che so, oggi raffinarlo costa parecchio ed è molto inquinante la raffinazione, rendendo vane le poche emissioni quando è utilizzato. Sarebbero da potenziare i finanziamenti per trovare un modo più ecologico ed economico.

Ci vuole 10 anni per aprire una centrale, nel frattempo i pannelli potrebbero essere migliorati. Cosa faremo? La rismantelleremo come abbiamo fatto con le 2 costruite al tempo e poi chiuse? Ho letto che i pannelli in 10 anni arriveranno ad una resa del 70 %, contro il 40 attuale.

3 commenti:

marco ha detto...

noi siamo il SECONDO stato al mondo come importatore di energia e abbiamo la bolletta elettrica più cara d'europa...abbiamo centrali nucleari tutt'attorno e molto vicine ai confini (in francia ne hanno addirittura 59 attive e altre in costruzione)...un paese come il nostro non può rimanere indietro e dipendere dagli altri quindi bisogna investire sull'energia nucleare e non solo (ho sentito al tg5 di un erba proveniente dall'oriente che "mangia" il co2 e lavorandola si ottiene del combustibile la stanno sperimentando vicino brescia)...le centrali poi verranno installate lontano dai centri abitati(siamo arrivati alla quarta generazione molto più sicure e meno inquinanti di quelle di una volta o di quelle presenti all'estero)

Paòlo on 27/05/08, 11:00 ha detto...

Ormai siamo indietro Marco, inseguire delle nazioni che hanno il nucleare da anni non è facile. Siccome leggo che all'estero stanno studiando alternative al nucleare, come centrali eoliche o fotovoltaiche, non vorrei che tra 10 anni, quando le centrali nucleari saranno pronte in Italia, intanto all'estero ci avranno di nuovo superato con le energie pulite. Allora tanto vale investire tutto ora sulle fonti rinnovabili.

Sul fatto che le centrali saranno lontane dai centri, vedremo.

mò ha detto...

vedremo poi quando si tratterà di decidere dove farle ste centrali come la prenderà la gente... tutti belli felici e contenti a braccetto che guardano la costruzione della centrale a 30 km da casa loro....o come saranno tutti belli felici di avere il centro di stoccaggio delle scorie appena fuori dalla tangenziale... ora siamo tutti d'accordo, tutti diciamo si che bello...poi però quando si tratta di decidere il dove "no vicino a me no, prendile tu" e giù manifestazioni e girotondi... e che bello quando ci accorgeremo che chi è incaricato di smaltire i rifiuti pericolosi li butterà nel mare invece di fare le cose come si deve xchè costano e sono faticose....

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide