sabato, marzo 15, 2008

Cit. Daniele Silvestri - Aria

Tema del carcerato, questa canzone sembra essere stata scritta e cantata da una persona che ha vissuto davvero 30 anni in carcere. La bravura con cui Daniele riesce a dipingere questa situazione è sbalorditiva. Vi cito i versi più significativi per me.

E gli altri sempre a protestare, a vendicare qualche torto
a me dicevano, schifati, "tu sei virtualmente morto!
a te la bocca serve solamente a farti respirare"
io pensavo: "e non è questo il trucco? inspirare, espirare",

inspirare, espirare: questo posso fare
e quando sono fortunato sento l'umido del mare
io la morte la conosco, e se non mi ha battuto ancora
è perché io, da una vita, vivo solo per un'ora...
D'aria... un'ora d'aria.

2 commenti:

mò ha detto...

In barba a chi lo critica o lo giudica "frivolo"... grande Daniele! :-)

Paolo on 15/03/08, 19:31 ha detto...

Come si fa a dire che sia frivolo, mistero. I suoi testi sono sempre molto significativi.

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide