martedì, aprile 05, 2011

Don Gallo, un vero prete



In passato ho fatto grosse critiche al Vaticano e a certe sue dottrine ed iniziative. Oggi invece vi parlo di un prete, un prete vero, uno dei pochi che ha capito davvero il senso della religione. Vi invito a guardare il suo video, dove si esprime a favore di preservativo e contro l'omofobia. Per farlo, fa esempi basati sul vangelo, quindi questa non è solo l'opinione di un uomo, ma soprattutto di una guida spirituale.

Perché i cristiani non possono contare su preti così? Non dovrebbero essere dei casi eccezionali, da far notizia, questa dovrebbe essere la normalità. Sono tante le persone che si stanno allontanando dalla fede non perché non credono più, ma per certi dogmi assurdi che resistono tuttoggi.

Io penso che nel mondo ci siano preti in gamba come lui, che sappiano ragionare con la propria testa e sappiano leggere cosa davvero dice il Vangelo, invece di parlare secondo dei dogmi che di religioso hanno ben poco, a parer mio.

5 commenti:

Chiara on 05/04/11, 10:03 ha detto...

Piccola riflessione su una Chiesa guidata dagli uomini:

Sono d'accordo sul fatto che ancora oggi, più o meno inspiegabilmente, sopravvivono ancora dogmi assurdi, anacronistici e poco utili.
Purtroppo la Chiesa (come tutte le Chiese, tutti i culti e le religioni)è guidata dagli uomini -uomini di Chiesa-, e gli uomini:
1) sono tutti diversi, nei loro caratterei e nelle opinioni
2) sbagliano e falliscono

Ora nota la differenza. Abbiamo il caso di un prete (di dieci preti, di cento preti - perchè non è il solo a pensarla così, ci sono opinioni "innovative" anche riguardo al sesso pre-matrimoniale) a favore del preservativo eccetera eccetera. Questa opinione di una minoranza influenza l'opinione della gente sulla Chiesa? No. E' una minoranza, è vero, ma manca il coraggio di schierarsi.

Il famosissimo scandalo dei preti pedofili. Senza in alcun modo voler giustificare quegli atti orribili (voglio che questo sia ben chiaro: la legge è uguale per tutti, o almeno dovrebbe, e per la merda che c'è oggi in Italia non ci sono scuse, che si indossi una toga, una fascia tricolore o la stola): quanti preti sono pedofili? Io non ho una statistica certa, ovviamente, eppure guarda: per uno, cento, mille uomini che sbagliano -seppur nel peggiore dei modi- non si esita a condannare l'intera Chiesa. L'esempio può essere ovviamente esteso ad altri ambiti: gli errori sono sempre più forti delle innovazioni, è più facile condannare che impegnarsi nella rivoluzione del pensiero.

Tutto questo per dire, appunto, che nell'errore è più facile lasciare andare tutto a fondo, generalizzare.. quando invece si tratta di un'innovazione che potrebbe risollevare l'intera Chiesa, allora nessuno ha davvero il coraggio di esporsi e "accrescere" quella minoranza, che rimane il "caso speciale" della settimana e poi torna ad essere una stravaganza dimenticata. Insomma, generalizzando e banalizzando, credo sia più facile per un credente praticante dire: tanto sono tutti pedofili e non mi fanno usare il preservativo, me ne tiro fuori. Io credo che la fede dovrebbe amndare oltre, essere altro rispetto a questo. Il problema è: come, se la Chiesa non può che essere fatta di uomini che possono sbagliare e che hanno le proprie opinioni?

Ci hanno fatto crede che il dubbio è sbagliato, e abbiamo perso la consapevolezza critica nei confronti della religione, questa è la cosa peggiore.

Chiara on 05/04/11, 10:04 ha detto...

Oddio, scusa, mica mi ero resa conto di aver scritto un poema :)

giglio on 05/04/11, 11:15 ha detto...

Argomento interessante! sono d'accordo, piano piano la gente si allontana dalla chiesa, il comportamento di parecchi preti e anche del vaticano è abominevole.
Mi piace tantissimo la filosofia buddhista ma resterò cristiana perchè amo la figura di Cristo UOMO.
Ciao, buona giornata.
P.s. ho conosciuto alcuni parroci veramente "in gamba" devo dire con aperture mentali.

Alessandra on 05/04/11, 11:18 ha detto...

Don Gallo è un grande! Se in Vaticano la smettessero di correr dietro al carro del vincitore (politicamente parlando) sarebbe un cambiamento epocale.

Paòlo on 05/04/11, 11:35 ha detto...

X Chiara, non ti scusare, la tua riflessione è molto interessante: è vero, non ci si vuole evolvere e si lascia decadere qualsiasi forma di evoluzione. I tempi cambiano e la Chiesa non viene incontro alle esigenze attuali.

X Giglio, oggi per restare fedeli, si deve avere una fede forte o affidarsi a se stessi. Ci sono preti in gamba, ma ce ne sono molti che invece di essere guide, secondo me allontanano le persone.

X Alessandra, il Vaticano ha perso completamente il contatto con la realtà, secondo me.

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide