domenica, aprile 29, 2012

Green Hill, liberi alcuni cuccioli

Una manifestazione con tanti giovani, partiti da tutta Italia, per trovarsi a Green Hill, Montichiari. Green Hill alleva cani Beagle, destinati alla vendita a società che fanno vivisezione. Il cane di razza Beagle è usatissimo per questi test.

Ci ha provato Striscia, ci ha provato persino l'allora ministro Brambilla, da tempo le associazioni si battono per far chiudere quello ormai definito come "canile lager". Inoltre ci si batte per una legge che vieti la vivisezione in Italia. Qualcosa si sta muovendo, seppure molto lentamente. Intanto però ieri una manifestazione si è trasformata in un'incursione. Alcuni giovani si sono introdotti in Green Hill e hanno liberato alcuni cuccioli. Questo video è il simbolo della protesta di ieri


Nella foto, presa dal Corriere, ecco il simbolo dei fatti di ieri: un cucciolo di appena un mese passato al di là della rete. Altri sono stati liberati, ci sono varie foto. Anche se loro al momento sono cercati in quanto considerati - brutto da dire - "merce rubata", io spero che i manifestanti abbiamo nascosto i cuccioli affinché non tornino al loro terribile destino.

Io sono sempre contrario a manifestazioni di forza, con danni e contro le regole. Ma forse, per una volta un atto considerato dalla legge illegale, ha sottratto alcuni cuccioli ad un crudele destino. Intanto ricordo quanto vi ho detto l'altro giorno: boicottiamo le aziende che fanno uso di sperimentazioni animali, almeno per quel che concerne i detersivi e i prodotti "da bagno". Il consumatore ha un potere enorme, scegliere cosa acquistare e cosa no. Io domani andrò in erboristeria così da meglio capire quali prodotti acquistare.

Ne va anche della vostra salute: molti prodotti di multinazionali contengono elementi non naturali. Sapete che ad esempio gli stick per proteggere le labbra spesso contengono derivati del petrolio, come paraffina ad esempio? Vi mettereste mai il petrolio sulle labbra? E ancora molti shampoo contengono silicone, sostanza che lì per lì fa sembrare i capelli morbidi, ma trattasi di un trucco. Difatti il silicone, come una pellicola, sta intorno al capello. Non avrete realmente i capelli più morbidi, quindi. Tra l'altro dopo alcuni giorni il silicone va via e vi sembrerà che i capelli siano più crespi - quindi da rilavare -. Tutto ciò non avviene con prodotti naturali: sui prodotti non testati sugli animali possiamo stare tranquilli - basta leggere poi la lista degli ingredienti -.

7 commenti:

giglio on 30/04/12, 11:13 ha detto...

Mi sono emozionata, poveri cuccioli!
Pensa che i prodotti che vendo tramite catalogo sono tutti naturali e NON trattati su animali, quindi uso solo quelli e ne sono entusiasta.
Buon inizio di settimana!

Pier(ef)fect on 30/04/12, 11:29 ha detto...

ho visto il filmato al tg ieri sera e son rimasto sconvolto: addirittura il filo spinato neanche fosse un campo di concentramento! ho visto anche meno giovani fra la folla e la cosa ami ha rincuorato...
riguardo ai prodotti naturali e non c'è da fare un distinguo: non tutti tollerano i prodotti del tutto naturali e ci sono cosmetici, quasi o del tutto chimici, che hanno però veri e propri effetti, non danno effetti finti. Io da un po' ormai cerco di puntare alla sostanza più che alla forma, e cerco di sensibilizzare chi posso, anche perchè fra le varie schifezze ci sono sostanze inquinanti.
ti consiglio questo post http://campi-di-fragole.blogspot.it/2011/05/cosmetici-e-test-sugli-animali.html di una ragazza di youtube con diverse marche che non testano, mentre alla questione inci ti consiglio L'angolo di Lola e sai cosa ti spalmi... questi hanno un vero e proprio database degli ingredienti con i vari bollini rossi, verdi o gialli. io prediligo l'angolo di lola proprio perchè come ti dicevo non si parla solo di cosmetici eco bio ma anche di quelli più "chimici"... spero di non aver fatto spam XD

Paòlo on 30/04/12, 11:41 ha detto...

Ottima cosa Giglio.

Grazie delle dritte Pier, oggi intanto vado a farmi un giro in erboristeria.

Cristian Pappafava on 30/04/12, 11:49 ha detto...

Fa tenerezza vedere la foto di quel cucciolo, ma fa tristezza sapere che questi dolci animali vengono "usati" per scopi commerciali. Soprattutto perchè loro non possono ribellarsi. Hanno fatto bene questi manifestanti ad entrare e "rubare" i piccoli. Anche io Paolo generalmente non approvo le manifestazioni violente, ma con delle eccezioni, perchè penso che a volte la brutalità e la determinazione siano l'unico metodo per cambiare le cose. Anche se non dovrebbe essere così.

Paòlo on 30/04/12, 12:34 ha detto...

Concordo con te Cristian.

erborista1 on 30/04/12, 16:30 ha detto...

Ciao Paolo.sono d'accordo con te.Per quanto riguarda i prodotti cosmetici,non testati su animali,io nel mio negozio tengo quelli dell'Erbolario e della Derbe.Buona giornata

Paòlo on 30/04/12, 16:56 ha detto...

Difatti io volevo buttarmi su l'erbolario, oltre che i provenzali. Infine pensavo di provare argintal, tanto per cominciare.

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide