giovedì, maggio 26, 2011

Teorema dello specchio dell'ascensore


E' da un po' che non proponevo nuovi teoremi, d'altra parte i miei teoremi sono pochi ma buoni. Oltretutto questo teorema mi si è ispirato leggendo il post di Artemisia nel blog In my dreams.

Ore 7.30 - l'orario è indicativo -, vi alzate con l'occhio spento e vi trascinate a mangiare qualcosa, perché la colazione è importante. Poi, sempre usando solo quel mezzo cervello sveglio vi trascinate come zombie in bagno per lavarvi, infine ci si veste e si esce. Ascensore, oggi facciamo che lo troviamo subito. Nell'ascensore c'è un bello specchio e solo quando avete premuto il tasto T vi accorgete di esservi dimenticati qualcosa, non vi siete sistemati totalmente.

O cavolo, non mi sono pettinato. Accidenti, il trucco ha sbavato. Mi sono truccata come una sgualdrina. Quella briciola di pane incastrata nei denti? Insomma, ogni difetto che non avete visto nello specchio del bagno, viene mostrato in modo cinico dallo specchio dell'ascensore.

A quel punto che fare? Tornare a casa a sistemarsi? Minimo minimo vanno via 5 preziosi minuti. No va, cerco di sistemarmi al volo, una pettinata con la mano e via. Una correzione di trucco - ecco perché molte donne si truccano al rosso del semaforo -, una lavata di denti in auto - visto davvero in più di un'occasione - e via, si va verso una nuova giornata.

11 commenti:

Waterwitch on 26/05/11, 11:23 ha detto...

Come ci si lava identi in auto? O_o

Artemisia1984 on 26/05/11, 11:26 ha detto...

Ah ah grazie Paòlo, ti ringrazio per il riferimento...
Concordo pienamente con il teorema dell'ascensore..
Una volta dentro, non torno indietro a sistemarmi meglio..tento di rimediare li ..per il tempo della discesa..oppure mando al diavolo tutto!!! Una cosa, che da femminuccia, noto spesso è che c'è qualche peletto delle sopraciglia fuoriposto...anche se il giorno prima sono stata dall'estetista! Ma poi penso che nessuno mi starà talmente vicino da accorgersene e allora, spensierata , proseguo per la mia strada!
A presto, Artemisia

Paòlo on 26/05/11, 12:18 ha detto...

X Waterwitch Avevo visto un tipo che spazzolava i denti sul suo BMW, poi sciacquava con acqua naturale e - presumo - sputava in strada.

X Artemisia, io ormai sono esperto in pettinata con le mani :-D

rosa on 26/05/11, 12:28 ha detto...

Deleterio!!!
Meglio fare le scale va'...^__^
Sai, occhio non vede..........

Abbraccio.
Namastè

Paòlo on 26/05/11, 16:59 ha detto...

Rosa, così ci si tiene anche in forma :-D

Laura on 26/05/11, 17:04 ha detto...

Specchio di corsa me di corsa sempre...uff

ceppina on 26/05/11, 18:27 ha detto...

meno male che abito al primo piano....già mi tocca rientrare in casa perché mi dimentico le cose, se ci metto ache lo specchio in ascensore non esco più!!

te ne dico un'altra: oggi ho visto una tizia che,mentre eravamo in coda, si mangiava beatamente uno yogurt con tanto di cucchiaino!

Chiara on 26/05/11, 20:15 ha detto...

Io non ho l'ascensore.. Abito in una villetta a schiera al piano terra! Quindi, quando esco per andare alla fermata dell'autobus per raggiungere l'università, mi specchio nei finestrini delle macchine ma ormai è troppo tardi per tornare a casa! :D

Paòlo on 27/05/11, 00:16 ha detto...

X Ceppina, lo yogurt in macchina mi mancava.

X Chiara, hai trovato una variante per chi non ha l'ascensore :-D

Marcello Affuso on 27/05/11, 12:11 ha detto...

L'ascensore della metro è il primo in cui davvero mi imbatto la mattina quando esco di fretta e ho pochissimo tempo per prepararmi. E a volte lo guardo e mi metto a ridere. Capelli scombinati, colletti della camicia in strane posizioni e dentrificio dispettoso. Si hai proprio ragione. Un saluto

Paòlo on 27/05/11, 13:59 ha detto...

Bene, quindi si applica con qualunque ascensore. Magari alcuni lo scoprono nell'ascensore dell'ufficio.

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide