mercoledì, aprile 02, 2008

Qua tutti bussan a soldi

Qualche sabato sono andato a farmi un giro per la mia zona, con la scusa di dover fare delle faccende. Ho costeggiato le case popolari, dove convivono persone che devono chiedere il prestito per un pezzo di pane - merce che ultimamente sta diventando lussuosa - e persone che invece si possono permettere di girare in mercedes, figuriamoci se non si potrebbero pagarsi una casa, pure grande. D'altra parte l'affitto è basso e la voglia di fare i furbi è alta.

In giro vanno sparendo i negozi di alimentari dove una volta facevi gli affari, dove ti fermavi a parlare con il negoziante. Oggi esistono i supermercati, sempre più grossi, sempre più luminosi e colorati, per attirare il consumatore, che in realtà non ha molti soldi. Ma tranquilli, adesso arriva la carta magica che permette di rinviare a fine del mese quello che non puoi pagare oggi.

Ho incrociato invece dei negozi dove ti offrono delle auto. Sempre più belle, sempre più grandi, cavolo l'utilitaria non c'è più? Questa costa cara. Ma tranquillo, legandoti a un'azienda per qualche anno, ti porti a casa questo gioiello con le ruote. Nemmeno il tempo di godertela, e piangi ad un distributore, scoprendo che la tua auto ama il petrolio, che però ogni giorno costa sempre di più. A proposito, hai già pagato l'assicurazione e il bollo?

Comincio ad essere stanco, ma intanto mentre torno a casa noto il venditore di meraviglie dell'elettronica. Che bello quel televisore, quanto costa? Così poco? Come mai? Aah, quello non è il prezzo, è la comoda rata che pagherai, dato che tanto sanno che nessuno può pagarsi un televisore sull'unghia. Fatico a farmi la spesa, devo proprio comprarmi questo televisore? E mi servirà il cellulare all'ultimo grido? Bhé se con questo telefono sono un fico, un vincente, non posso dire di no.

Infine torno a casa, non la mia, dai miei genitori. Non preccupatevi, non sarò per molto un bamboccione. La mia tana è in costruzione, poi facendo un patto per gran parte della vita e stringendo ancora un po' la mia cinghia diventerò anch'io proprietario di qualche metro quadro di casa.

2 commenti:

mò ha detto...

Hai proprio ragione Mò, che mondo :D Dai è vero, dove ti giri non fai altro che vedere offerte, promozioni, pga qua, paga là, compra questo compra quello... non si arriva a stare a dare retta a tutti! e il portafoglio piange...

Paolo on 03/04/08, 09:25 ha detto...

Quel che è peggio è che al giorno d'oggi si utilizzano tecniche di convincimento che se non stai al passo dei tempi comprando e aggiornandoti, sei tagliato fuori, sei uno sfigato. Su questo si deve avere la mente lucida per saper valutare con il proprio cervello e non con il cervello altrui.

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide