martedì, ottobre 25, 2011

Live in Holland, terzo giorno

Bhé oggi non ho molto da raccontare, oggi piove e non mi sono mosso dall'albergo a parte per il corso, oltretutto le foto verrebbero troppo scure con questo maltempo. Però ho potuto sentire alcuni aspetti della vita in Olanda dal tassista che ci ha riportato a casa. Premetto che come in Italia e penso in tutto il mondo, quando piove si crea un sacco di traffico. Ecco però è un traffico diligente, non un clacson che suona, niente manovre assassine, anzi molto fair play da guida. Qualcuno va in bici lo stesso, mica è un po' d'acqua a fermare i ciclisti.

E a proposito di bici, ho scoperto che in motorino se vai sotto i 30 orari puoi fare le ciclabili e non portare il casco, ecco spiegato perché alcuni ce l'hanno ed altri no. Sempre a proposito di bici, in una piazza centrale c'è il parcheggio coperto sotterraneo, sembra un normale parcheggio per auto, ma è per le due ruote. E' gratuito e c'è anche l'assistenza di un meccanico che aiuta i ciclisti in diffcoltà a riparare il mezzo.

Anche qua c'è la crisi e 60 mila famiglie non riescono a pagare il mutuo, su 16 milioni di abitanti. Com'è la proporzione in Italia? Un po' più alta temo. Infine una curiosità che al tempo mi ha shoccato: l'Olanda non è una nazione, la nazione sono i Paesi bassi, mentre l'Olanda è solo una regione. Quindi noi chiamiamo erroneamente l'Olanda per Paesi Bassi. E dopo aver spiazzato pure voi, vi auguro buona serata.

6 commenti:

on 25/10/11, 19:25 ha detto...

e ti dirò di più.... i Paesi Bassi a loro volta sono nient'altro che uno stato membro del Regno dei Paesi Bassi, comprendente anche le isole caraibiche di Aruba, Bonaire, Curaçao, Saba, Sint Eustatius e Sint Maarten... anche io sono rimasta shokkata quando l'ho scoperto.... qualche tempo fa... a scuola non mi pareva di aver subito sto shock quindi forse l'avevo rimosso eheheh

Emanuele Secco on 25/10/11, 19:57 ha detto...

Però, quante cose interessanti. Curioso notare che più si va a nord, a livello europeo, e più le cose sembrano funzionare.
Ricordo che una volta incontrai un tedesco sul treno e mi raccontò di come fosse rimasto scandalizzato dai tremendi ritardi di autobus e treni italiani :)
Paese che vai, usanze che trovi ^^

E.

Paòlo on 26/10/11, 00:05 ha detto...

X Mò, seconda scoperta :-D

X Emanuele è vero non sopportano i mezzi nostri, più sali e più migliora l'organizzazione.

Sara... on 27/10/11, 14:18 ha detto...

Viaggiare ha le sua belle sorprese, sopratutto quando si pensa di vivere in un paese allo sfascio, pensando che sia l'unico. Ma gira a volta, la crisi c'è per tutti, c'è chi peggio e chi meglio.. ma sempre crisi è!

Ho letto tutti i post e mi sembra di capire che sia un bellissimo viaggio.. son davvero contenta!!
:-)

Waterwitch (Marina Lucchese) on 27/10/11, 15:27 ha detto...

Ahaha, lo sapevo! LOOOOLL

Paòlo on 27/10/11, 17:45 ha detto...

Sì, una bella esperienza :-D

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide