venerdì, ottobre 14, 2011

Eccola la libertà di manifestazione



Guardate questo video. C'è una persona con i capelli bianchi che parla con un poliziotto, poi improvvisamente questa persona viene presa per il collo e trascinata di forza verso un palo per essere arrestata. E' questo il modo di trattare una persona che stava discutendo con quel poliziotto? Noi non sappiamo le parole, ma nessuna parola giustifica questa presa di posizione, questa modalità di azione verso una persona che stava discutendo a parole.

E poi ecco arrivare Gaetano che dice "Arresti me". E loro l'arrestano. Eh già perché è reato dire "Arrestami" ad un poliziotto. Poi non si capisce cosa succede, ma nel parapiglia Gaetano cade, ha un malore. D'altra parte non mangia da oltre 100 giorni, non è facile continuare a manifestare in queste condizioni, soprattutto per un cardiopatico. Per fortuna si è ripreso, ma, sentendo molte testimonianze, pare non sia stata chiamata l'ambulanza, bensì è stato preso di forza e portato in questura. Successivamente necessiterà delle cure e dalla questura sarà portato in ospedale. Per fortuna esce in serata e, anche se provato, ritorna davanti a Montecitorio.

Sabato ci sarà una grossa manifestazione che spero non si trasformi in violenza, né da parte dei manifestanti né da parte della polizia. E spero anche che non ci sia alcuna bandiera politica, perché i problemi non sono di partito, i problemi sono dell'Italia. Siamo in una crisi nerissima, si vuol far pagare questa crisi a tutti gli italiani senza un piano di sviluppo. Si è messa solo una pezza che si strapperà perché il debito risalirà senza che lo Stato riesca a ripartire. E allora cosa faranno? Aumenteranno l'IVA al 23%? Taglieranno ulteriormente mentre loro continueranno a vivere nell'oro e non predisporranno un piano per far ripartire lo Stato?

Respiro un clima pesante, un clima che fa paura. C'è tensione, le manifestazioni sono aspre e non succede solo in Europa. Sta meglio l'Islanda che è riuscita a ripartire, ma si sente in Spagna un grosso movimento di protesta. Penso che presto si vedrà anche in altri Stati, le persone ne hanno piene le scatole. Il mio timore è che queste proteste sfocino in violenza e qualche persona si faccia davvero male. Vediamo cosa accadrà nel futuro.

Intanto diffondete questo video sui vostri blog.

6 commenti:

Cavaliere oscuro del web on 14/10/11, 17:15 ha detto...

Sono venuto a conoscenza della notizia pochi minuti dopo l'aggressione. Non esiste più neanche la libertà di manifestare civilmente e Gaetano non faceva nulla contro la legge a dispetto di molti parlamentari indagati e seduti sulle loro poltrone.
Saluti a presto.

Paòlo on 14/10/11, 17:22 ha detto...

Caro Cavaliere, hanno superato tutti i limiti.

Anonimo ha detto...

GRAZIE PAOLO a nome di tutti i giovani ragazzi del presidio di GAETANO Ferrieri.
Io ero tra i manifestanti mercoledì e conosco la storia di quel signore con i capelli bianchi e ha tanti buoni motivi come tutti quelli lì presenti per manifestare pacificamente.
La stampa li snobba,il giornalismo prima era una cosa seria, ora è un mezzo della politica,ognuno ha il suo giornale per la propria campagna elettorale,questo è il giornalismo in Italia presente solo se stà per scapparci il morto.

nonnina

Paòlo on 14/10/11, 17:34 ha detto...

Ciao Nonnina, i giornali ormai non sono più credibili, sono i blogger a dover sostenere un informazione che in Italia è claudicante. Salutami Gaetano e dagli un abbraccio da parte mia, spero di passare presto a trovarlo.

il_cesco on 15/10/11, 19:39 ha detto...

Purtroppo quell'episodio è stato l'aperitivo di quello che è successo, e sta succedendo oggi, dove per colpa dei soliti STRONZI INCAPPUCCIATI (e passami la volgarità) si infanga il nome della gente che vuole manifestare per la libertà!

Paòlo on 15/10/11, 21:45 ha detto...

Eh sì Cesco, purtroppo ora qualcuno strumentalizzerà dicendo che i manifestanti sono violenti. Intanto così non si parla più dei motivi della manifestazione, ma degli scontri in sé.

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide