giovedì, novembre 15, 2012

Altra vittima religiosa

Oggi parlo di una donna di origine indiana, morta per motivi religiosi. Ma non pensate che siano i soliti tristi scontri di cui ogni tanto sentiamo parlare. La donna è morta in un Paese dell'UE, la "civilissima" Irlanda delle verdi colline.

Come potete leggere su Pubblico, lei aveva dolori fortissimi, chiedeva un'interruzione di gravidanza ma le è stata negata perché il cuore del feto batteva ancora. Ebbene, ora i cuori che non battono più sono due: oltre a quello del feto - già spacciato -, ora anche quello della mamma si è fermato: setticemia.

Bravi, complimenti, per fare gli ipocriti che non vogliono la responsabilità - poi Joseph si arrabbia -, adesso hanno anche la mamma sulla coscienza. Vadano da qualche sacerdote da strapazzo a confessarsi, che dirà loro "Avete fatto la cosa giusta".

Guardo la data, siamo davvero nel 2012 o nel 1412: l'ipocrisia in nome della religione dilaga e chi come me è un "credente senza Chiesa" non sa più dove sbattere la testa. E' impossibile che il Dio in cui credo avrebbe voluto un epilogo del genere in questa vicenda. Purtroppo quelli che dovrebbero rappresentarlo qui in Terra non centrano nulla con gli originali apostoli. Questi ormai magnano e ingrassano di denaro e se gli si chiede una guida, sanno solo sparare cagate e provocare fatti come questo.

Ormai le vere guide religiose si contano su mezza mano e i predicatori bigotti dottrinano tutti, dicendo cosa è giusto o sbagliato e facendo perdere di vista l'obiettivo. Gente svegliatevi, uscite dall'ipnosi e pensate con la vostra testa. E se avete dei dubbi religiosi, a meno che abbiate il culo di avere una una vera guida, che sa aiutare perché tocca i problemi con la mano e non con la dottrina, non ascoltate nessuno. Leggete la Bibbia e fatevi la VOSTRA idea. Dio vorrebbe davvero che per la religione sia giusto uccidere, non curare, non aiutare chi ha bisogno? Se vi rispondete con un no, siete sulla buona strada, altrimenti siete anche voi sotto ipnosi.

8 commenti:

Lufantasygioie on 15/11/12, 11:15 ha detto...

stamani ho letto la notizia su Virgilio...e sono rimasta a bocca aperta.
Purtroppo queste sono cose che accadono ancora nl 2012 e non c'entra nulla col fatto che l'Irlanda faccia parte dell'Eurpoa e non di un paese del terzo mondo.
Chi governa e chi ci domina,sono solo persone ipocrite,che hanno una finta coscienza per la faccia esterna della civiltà.
I preti(per fortuna non tutti)e la falsa cristianità stanno dando una mano ai politi a distruggere il mondo civile.
Sono d'accordissimo sul tuo post.
Lu

Alessandra on 15/11/12, 12:18 ha detto...

non sapevo di questa triste notizia... purtroppo i fondamentalismi e le ipocrisie sono duri a morire :-(
io credo si tratti (anche) di un problema culturale, ma mi chiedo: come possiamo affrontarlo? forse iniziando dal nostro piccolo, cercando di diffondere una visione delle cosa nuova, più aperta e libera dai pregiudizi.

Artemisia1984 on 15/11/12, 13:06 ha detto...

Senza parole...

In generale, la mia opinione è sempre la stessa, escludendo questo caso in cui si tratta di aborto terapeutico...per quanto riguarda l'interruzione di gravidanza le leggi ci devono essere , poi sta ad ognuno scegliere.

Aggiungerei , pensiero poco condivisibile forse, che il ''mestiere'' del medico è poco conciliabile con la religione sotto questo punto di vista, ossia se fai il medico, quel tipo di medico, secondo me non puoi fare l'obiettore... Potrebbe essere una limitazione della libertà personale del medico, ma se tutti facessero gli obiettori dove si arriverebbe?

Ci sono tanti lavori e tante specializzazioni in medicina che non contrastano con le proprie credenze religiose, potrebbero indirizzarsi verso quelle.

Esempio stupido....io non ho fatto la cuoca (per tanti motivi cmnq) perché tocco e mangio solo alcuni tipi di carne , se venisse un cliente che volesse cucinato il colombo in umido non potrei di certo dirgli, no mi dispiace che i colombi vengano uccisi e cucinati , mi rifiuto di preparartelo.

Paòlo on 15/11/12, 14:09 ha detto...

X Lu, ovviamente la questione dell'Europa era solo una provocazione.

X Alessandra, sì, penso che le rivoluzioni di pensiero debbano partire dal basso per non farcele imporre dall'altro.

X Artemisia: esatto il medico che si occupa di natalità e tutte le questioni intorno non può essere obiettore. Sei un credente praticante? Fai altre specialità. Sull'aborto in essere, ci sono delle leggi, nonostante qualcuno vorrebbe tornare indietro di 30 anni - qui parlo dell'Italia -.

Cavaliere oscuro del web on 15/11/12, 17:37 ha detto...

Ieri ho letto questa notizia e mi ha lasciato perplesso. Purtroppo esiste ancora oggi troppo fanatismo religioso e dogmi imposti.
Saluti a presto.

giglio on 15/11/12, 20:45 ha detto...

Me ne sono fatta una cultura sulla religione cattolica e ho deciso di non credere nella religione. Alla fine Cristo chi lo ha ucciso? i Romani e i preti. Ecco perchè mi piace molto la filosofia buddhista!
Il mio Dio ( e anche il tuo, pare) è misericordioso sempre e non permetterebbe MAI questi fatti!
Ciao, buona serata

gattonero on 16/11/12, 10:48 ha detto...

1) Tu dici: leggete la Bibbia... E' di questi giorni, qui in Italia: testimone di Geova, avuta salva la vita con una trasfusione, ha denunciato il medico che l'ha praticata; se questi non avesse proceduto in tal senso, oggi sarebbe denunciato per omicidio colposo.
2) L'interpretazione delle direttive della Chiesa sono soggettive: qualche anno fa ero stato invitato al matrimonio di un amico, che convolava con una divorziata. Cerimonia breve in comune, e pensavo finisse lì. Invece eravamo andati in chiesa, e un prete (evidentemente progressista) li ha uniti in matrimonio, con tanto di comunione e omelia inneggiante all'amore, senza alcun accenno ai precedenti.
Per un lungo attimo ho creduto che qualcosa fosse cambiato, nelle dritte che vietavano matrimoni tra divorziati. Mi sbagliavo.
3) Sogno nel cassetto: un avvocato che, per obiezione di coscienza, rifiuti la difesa di pluriomicidi, di mafiosi, di politici apertamente assassini della politica, rinunciando a priori ai lautissimi compensi e alla visibilità che tali difese gli darebbero.
4) Qualunque forma di fanatismo è una coltellata all'essere umano, nella sua interezza.
5) Ciao, un caro saluto.

Paòlo on 16/11/12, 18:48 ha detto...

1 Occhio: leggete la Bibbia e fatevi la vostra idea. Nel senso, per chi ovviamente crede, leggetela e cogliete il messaggio intrinseco. Che non è certo la questione del sangue o altre robe malinterpretate o storpiate.

2 Un prete intelligente perché ha decisio secondo il suo modo di vedere e non secondo un dogma dell'alto. Anche se mi chiedo come abbia fatto. Sicuro fossero cattolici?

3 Un sogno comune.

4 Fanatismo, potessero debellarlo. Nelle religioni, politica, musica, calcio, tutto. Si deve essere appassionati, non fanatici - e mi riallaccio anche a quanto detto da Cavaliere -.

5 Un caro saluto anche a te.

Giglio, ho un Dio in comune con quello della storia: quello che cambia è l'uso della propria testa.

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide