martedì, giugno 23, 2009

Divieto vendita alcolici a Monza a minori di 16 anni

Arriva a Monza il divieto di vendere alcolici ai minori di 16 anni. E' il primo comune in Italia ad emanare questo tipo di divieto. Pare che ora Milano ne voglia introdurre uno simile, ancor più restrittivo, fino a 18 anni. Il decreto varrà nei locali ma anche nei supermercati. Notizia di 02blog.

Funzionerà? Io qualche dubbio ce l'ho. Certo potrebbe da un lato fermare le masse di giovani che bevono, ma potrebbe anche portare a provare comunque soo per il gusto della trasgressione di questa regola. Certo però in teoria sarà più difficile trovare il locale che faccia l'happy hour in barba alla regola. A tal proposito spero che il decreto preveda multe forti per i locali che non fanno rispettare il divieto. Capite che se si fa una multa da 1000 Euro ma di incassi dai minori se ne ottengono 2000, la multa ha poco valore.

Più probabile che potrebbe aumentare il consumo per le strade o in casa. A quel punto diventerebbe il supermercato il luogo dove procurarsi alcol. Tanto basta l'amico grande, o anche mischiarsi nella folla di gente che fa la spesa. La cassiera mica può controllare la carta d'identità durante l'orario di punta, si prenderebbe gli insulti delle persone in fila.

Risultato? Magari vedremo ragazzini ubriachi per strada, tra l'altro al supermercato costa meno l'alcol. Infine, se Milano e Monza mettono il divieto, tutti andranno a Sesto San Giovanni o altri paesi limitrofi. Insomma non vedo questo miglioramento, ma solo il rischio di peggiorare la situazione. Poi magari sono io catastrofico :-D

5 commenti:

marco ha detto...

Sicuramente questo non è un provvedimento che risolve il problema ma che spera di limitarlo...ah per inciso io multerei anche l'amico grande che compra per far bere il minorenne...per arginare meglio il problema per prima cosa bisognerebbe che i genitori educassero i figli ma si sa al giorno d'oggi è tutta colpa dello stato...

Paòlo on 23/06/09, 09:53 ha detto...

Hai colto in segno. Quando avevo 16 anni non potevo tornare a casa tardi. L'happy hour non so quanto fosse in voga, a me di certo erano off limits. Oggi invece ci sono ragazzi che possono prendere uscire, andare dove vogliono, tornare quando vogliono. Non saranno tutti, magari sono una minoranza, ma putroppo ci sono.

marco ha detto...

quando sento le interviste hai giovani che gli chiedono perchè bevono le risposte sono da brividi...perchè lo fanno tutti...per noia...per divertirsi...il livello dei giovani d'oggi è imbarazzante

Massimo on 23/06/09, 12:51 ha detto...

Ehm... nulla di nuovo, c'è chi ha questa legge da 4 anni :P

http://www.provincia.bz.it/aprov/giunta-provinciale/frick/news-frick.asp?redas=yes&aktuelles_action=4&aktuelles_article_id=117886


Naturalmente il problema non è risolto (le discoteche sono ben contente di pagare migliaia di € di multa tre volte al mese e continuare a vendere di tutto a tutti) ma la situazione migliora ad esempio nei bar, dove i gestori hanno la facoltà di "far accomodare fuori" chi disturba, permettendo agli altri clienti di stare tranquilli.

on 23/06/09, 15:22 ha detto...

e io scema che pensavo che ci fosse già il divieto di vendere alcolici ai minoremnni....ci sono rimasta male!

dai però è giusto che sti ragazzetti non possono comprare alcool....certo magari come dici tu non sarà di certo questo il provvedimento del secolo, ma almeno è già qualcosa..

per il resto, pienamente d'accordo con voi quando dite che è uno schifo il mondo adolescenziale di oggi!

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide