martedì, settembre 03, 2013

Licenziato per panino scaduto

Leggo oggi sul corriere di un dipendente di Starbucks, negli USA, licenziato per aver mangiato un panino scaduto che stava per essere buttato nell'immondizia. L'azienda si giustifica dicendo che l'azione è come un furto e che la politica aziendale vieta ai dipendenti di mangiare cibo che possa causare problemi di salute. Lui, il dipendente, si è difeso affermando che aveva fame e che tira a campare con meno di 10 $ all'ora, una miseria.

Una storia di miseria che porta ad un'azione bassa come dover mendicare cibo dal sacco nero e, beffa, ciò porta pure ad essere additato come ladro. Questa è modernità degli USA? Questa è la fine che faremo pure noi?

Io so di diverse aziende che adottano la politica secondo cui non puoi nemmeno raccogliere il cibo dai rifiuti. Una di queste è una catena di supermercati italiana: il tutto serve per evitare che prodotti scaduti possano per sbaglio finire negli scaffali; inoltre si vogliono evitare problemi con i dipendenti, che potrebbero subire una sofisticazione alimentare, con relative cause. Infine si vogliono evitare truffe, tipo personale che trattiene prodotti buoni, spacciandoli per scaduti.

Però si  passa da un eccesso all'altro: basterebbe che il prodotto sia bollato come scaduto e ci sia l'accordo di non responsabilità. Di certo è estremo che una persona, pagato da fame, arrivi a violare il regolamento per mangiare e sia pure punito. Forse un dipendente ben pagato o un dipendente che può comprare dal negozio a prezzi di favore, sarebbbe meno incentivato a consumare prodotti da macero.

7 commenti:

Pappafava Cristian on 03/09/13, 11:48 ha detto...

Però essere licenziato per questo mi pare eccessivo. No?

Paòlo on 03/09/13, 12:03 ha detto...

E' più che eccessivo, mi pare una situazione assurda. Purtroppo oggi non guardano in faccia a niente e nessuno.

Pier Effect on 03/09/13, 13:24 ha detto...

Ho letto la notizia e non ho pensato subito al fatto che l'azienda cercasse di tutelarsi, resta il fatto che se era una tantum non credo avesse ammazzato qualcuno!

Pappafava Cristian on 04/09/13, 09:14 ha detto...

Mah.......io non saprei che dire, ma se mi fossi trovato nei suoi panni mi sarei arrabbiato tantissimo!!

Paòlo on 04/09/13, 09:39 ha detto...

Anche io, Cristian.

Strawberry on 09/09/13, 12:53 ha detto...

IO la trovo paradossale come situazione. Eppure è la realtà dei nostri giorni. Potrei anche capire le preoccupazioni dell'azienda nel tutelarsi e, a quanto pare, tutelare il personale, ma se una persona arriva a tanto l'azienda ne è responsabile visto che con lo stipendio che gli dà non riesce a comprarsi neanche un panino...sono cose che fanno riflettere (amaramente) sulla nostra società...

Paòlo on 09/09/13, 21:52 ha detto...

Purtroppo le aziende oggi chiedono tanti doveri, ma non tutelano i lavoratori con altrettanti diritti.

Articoli correlati

 
Pαòℓσвℓσg Copyright © 2010 Blogger Template Sponsored by Trip and Travel Guide